L’uso del bicarbonato come disinfettante

Tutte le persone hanno sofferto di gas almeno una volta nella vita. Questa sensazione è molto spiacevole perchè si manifesta attraverso sintomi molto fastidiosi come anomali movimenti intestinali e gonfiore. Per nostra fortuna esiste un rimedio casalingo semplice, che viene spesso sottovalutato e risulta eccezionale per far passare la pesantezza e l’accumulo interno di gas: il bicarbonato.

usi del bicarbonato di sodio

Uso con acqua calda
Utilizzo con limone
Combinato con aceto di mele
Miscelato con la camomilla

Le nonne lo sanno bene e chi sa quante volte lo avranno detto, ma noi testardi, pensando che si tratti dell’ennesimo rimedio casalingo che non funziona, non lo abbiamo mai collaudato direttamente. In realtà, sino agli anni’50 si provava una certa venerazione verso questo composto, usandolo di frequente anche per fare risciacqui, al fine di pulire i denti e disinfettare l’apparato orale.

Oggi invece, con la diffusione dei farmaci da bar, viene un po’ sottovalutato a livello domestico, essendo impiegato esclusivamente come sbiancante, in aggiunta ai nostri lavaggi in lavatrice.

Eppure il bicarbonato di sodio può essere usato per risolvere numerosi problemi, anche molto diversi tra loro, a secondo del componente con cui viene associato e presenta il vantaggio evidente di non presentare quasi effetti collaterali.

Come usare il bicarbonato?

In linea di massima la proprietà a cui siamo maggiormente interessati è quella di efficacie soluzione per il mal di stomaco.

Questo è uno dei segreti meglio custoditi delle nostre nonne. Bene, il bicarbonato di sodio è usato come soluzione per diversi problemi di salute. Soprattutto quando è coinvolto il mal di stomaco. Ma funzionerà davvero?

E’ importante specificare però che se è vero che il bicarbonato fa bene per combattere i gas intestinali, i suoi effetti sono temporanei. Per ottenere un risultato più duraturo è essenziale migliorare la qualità della nostra dieta e quindi scegliere accuratamente quello che introdurremo nel nostro corpo.

Il carbonato decaidrato di sodio è un componente naturale che si presenta come una polvere bianca e cristallina in grado di sciogliersi in acqua.

I grandi vantaggi legati all’uso di carbonato di sodio ne giustificano l’impiego in numerosi campi del benessere, a cominciare dalla medicina, sino ad arrivare alla cucina e alla cosmesi.

L’aspetto più interessante dal nostro punto di vista è che il bicarbonato di sodio è in grado di neutralizzare le componenti acide presenti nello stomaco, sollecitate durante i processi di digestione. In realtà, la sua qualità è ancora maggiore, in quanto permette di regolarizzare il PH in tutto il corpo umano e non è un caso se si consiglia il suo uso per guarire la candida in soggetti con problemi di igiene intimo.

Del resto, questa caratteristica disinfettante è la ragione del perchè si reputa possa aiutare ad eliminare i gas interni, consentendo un’assimilazione più rapida dei nutrimenti. Il bicarbonato è infatti ricco di elementi alcalini, reagendo in maniera rapida quando entra in contatto con gli acidi presenti nello stomaco.

Durante questo processo vengono prodotte particelle di anidride carbonica che permettono la facile eliminazione dei gas depositati nell’area addominale.

Non dobbiamo stupirci se numerosi testi del passato descrivono come i romani, così come i greci utilizzassero il bicarbonato di sodio per realizzare infusi, combinandolo con il o in aggiunta a un semplice bicchiere di acqua calda.

Gli effetti positivi e i benefici associati al NaHCO3 sono concreti a patto che questa bevanda salutare venga bevuta subito o il rischio che perda le sue proprietà aumenta.

Vediamo in rassegna alcuni degli usi più comuni del bicarbonato, sottolineandone lo scopo e le modalità di assunzione e dosaggio consigliato.

Bicarbonato di sodio con acqua

Si tratta della modalità più semplice per utilizzarlo, ma non per questo risulterà meno efficacie, essendo tra l’altro uno degli usi preferenziali del bicarbonato.

Miscelare il carbonato acido di sodio con l’acqua è ideale per idratare l’organismo, ma risulta estremamente valida anche per regolarizzare la digestione e arginare episodi di stitichezza. Questa miscela salutare viene impiegata con successo anche in caso di indigestione, per “ripulire” il nostro intestino, dopo lo stress di una cena a dir poco impegnativa..

Come si prepara questa bibita pro-intestino?

Miscelare un cucchiaino di bicarbonato in mezzo bicchiere d’acqua. E’ importante miscelarli prima di ingerirli e si consiglia di non superare mai questo dosaggio, altrimenti potrebbero verificarsi degli effetti collaterali, negativi per il nostro organismo.

Bicarbonato e limone

Si tratta di una formula molto conosciuta per assumere il bicarbonato di sodio. La qualità della miscela è accentuata dalla presenza di un alimento ricco di vitamine, come è appunto l’agrume, la cui qualità italiana più famosa è senza dubbio quella di Sorrento.

Il composto è ottimo per far passare i tipici bruciori dell’intestino e proteggere la mucosa al suo interno.

Assumere regolarmente bicarbonato + limone significa aiutare a risolvere problemi di flatulenza, disintossicare il corpo e di conseguenza dimagrire, riuscendo a bruciare i grassi in eccesso.

La dose corretta prevede la miscela di 3 cucchiaini di succo di limone con un cucchiaio pieno di bicarbonato di sodio. Per rendere il composto più facile da bere, bisognerà aggiungerlo in un bicchiere di acqua naturale. Per avere degli effetti positivi, la nostra opinione è di consumare questo “elisir di salute” 2 volte a settimana, prima dei pasti e preferibilmente a stomaco vuoto. I benefici di una limonata al bicarbonato non tarderanno ad arrivare nel tempo, soprattutto per quel che riguarda la necessità di evacuare con regolarità.

Bicarbonato e aceto di mele

Altra combinazione molto valida è quella con l’aceto di mele. Tra i principali benefici di questo cibo medicina si ricorda:

  • La capacità di pulire lo stomaco ed eliminare batteri nocivi
  • Facilita l’assorbimento dei nutrienti
  • Garantisce un equilibrio nel PH dell’intestino
  • Presenta proprietà antivirali e attenua disagi come gas intestinali, gonfiori e nausea

Bicarbonato e camomilla

L’unione con questo fiore da vita a una soluzione lenitiva per l’intestino. Va sorseggiato dopo i pasti e consente di placarne i tululti e i borbottii, tipici di quando abbiamo mangiato molto e il nostro stomaco è affaticato. Utilizzare la combo tra bicarbonato e camomilla nel dosaggio di un cucchiaio di bicarbonato di sodio e 2 cucchiaini di fiori di camomilla, da aggiungere a un bicchiere di acqua a 30°C, temperatura già di per sè favorevole in funzione digestiva.

fiori di camomilla

Il bicarbonato aiuta davvero contro i gas prodotti dall’intestino?

Le nonne ne erano convinte, al punto da utilizzarlo come rimedio naturale per ovviare a stemperare le scoregge dei figli, sia per numero, che per intensità.

Ancora una volta si sottolinea come una cura a base di bicarbonato di sodio aiuta nell’immediato, ma in realtà per ottenere dei risultati duraturi e far passare i gas intestinali per archi temporali maggiori, bisognerà cambiare radicalmente la propria alimentazione. E’ quello di nocivo che mangiamo a determinare l’accumulo di tossine lungo il tratto intestinale e quindi a generare puzzette maleodoranti.