Lavaggio dell’ano come questione di rispetto

Per chi pratica il sesso anale, la pulizia è fondamentale, ancora di più di quanto non lo sia nel fare l’amore per così dire tradizionale. Chiaramente, la pulizia dell’ano è sempre auspicabile per evitare spiacevoli disturbi e malattie, vista la delicatezza della zona inguinale e la prossimità con l’apparato riproduttivo.
Occorre pertanto avere un occhio di riguardo nel caso in cui si intrattengano rapporti intimi, anche tra amanti, perché l’igiene intimo risulta importante non solo per se stessi, ma anche e soprattutto per il partner con cui ci si unisce.

pugno contro pugno

 

La pulizia esterna, quindi non quella del retto, è basa sull’uso di detergenti specifici per le parti intime, volta a mantenere l’area priva di fonti in cui possano pullulare i germi.
E’ importante scegliere il detergente giusto, scegliendo un prodotto che non risulti troppo aggressivo, ma neanche troppo blando, in modo tale da garantire un’igiene profonda e al contempo sicura.

Per una cura ancora maggiore è buona regola mantenere pulito anche il retto e fare in modo di ripulire completamente da scorie residue e da impurità anche il colon, utilizzando dei semplici clisteri con acqua e camomilla, per esempio. Altro sistema ancora più efficacie risulta l’idrocolon, ovvero una una pratica indolore e utilissima per liberare l’intestino da ogni impurità e avanzo di cibo rimasto nelle anse instestinali, a causa di un’alimentazione sbagliata o di una particolare conformazione del tratto intestinale.

A seguito di una scarsa igiene si rischia di andare incontro a spiacevoli disturbi che se trascurati possono diventare vere e proprie malattie. Se si hanno rapporti intimi “non classici” potrebbe rivelarsi molto pericoloso per un organismo, specie se già debilitato. Inoltre, al di là della questione salute, non è certo piacevole entrare in confidenza con qualcuno che presenta delle gravi carenze sul piano dell’igiene personale.

 

Malattie legate alla scarsa igiene anale

Al di là di eventuali rapporti sessuali, l’igiene anale è essenziale per evitare l’insorgere di irritazioni, infezioni o fastidi nella zona perinale.

Nei bambini così come negli adulti è necessario pulire accuratamente la zona dopo ogni evacuazione. Non basta la carta igienica, sia chiaro. Occorre un uso corretto del bidet, con acqua corrente e detergenti alcalini. Questo permette di evitare una serie di disturbi, alquanto noiosi, come:

  • prurito all’ano
  • arrossamento della zona perinale
  • bruciore all’ano o nei dintorni
  • lesioni anali e rettali
  • cistiti

I disturbi elencati non vanno mai sottovalutati e se perdurano per un periodo maggiore a 10 giorni è buona regola rivolgersi al medico, oltre che rimediare da subito con un’accurata igiene dell’ano e del perineo.

sanitari bagno

 

Lavanda anale, come pulire bene il retto

Pulire bene la zona anale è utile per evitare il proliferare di batteri e l’insorgere di malattie o disturbi legati a essi. E’ altrettanto importante, di tanto in tanto, effettuare una lavanda che pulisca il retto.

Questo è possibile attraverso clisteri o, in maniera più profonda, attraverso un sistema di docce anali, utili sia quando si debbono avere dei rapporti intimi, sia quando si debbono affrontare delle particolari visite mediche.

La doccia anale permette di pulire sia il retto che l’interno dell’ano inserendo acqua tiepida e altri elementi, non irritanti, utili per una pulizia ottimale. Chiaramente, la doccia anale non può sostituire la pulizia profonda delle pareti anali e delle mucose intestinali effettuata dall’idrocolonterapia, ma è comunque efficace per ripulire in fretta e senza problemi una zona delicata che ha bisogno di mantenersi libera da batteri, soprattutto in caso di rapporti d’amore o visite mediche.

Per effettuare una buona doccia anale o lavanda è utile procurarsi qualche oggetto specifico da usare in base al risultato che si vuole ottenere. Si può fare una doccia con doccino, che è una cannula da avvitare nella doccia al posto del soffione e che permette uan pulizia molto accurata con semplice acqua corrente.
Si potrebbe in verità usare anche il tubo flessibile della doccia, ma questo sistema è meno adatto per chi non è abituato a questo tipo di pratica. La pulizia risulterà meno profonda perché non si può andare molto in fondo, non essendo stata progettata per questa specifica funzione..
Si può, altrimenti, optare per una doccia anale con clistere e utilizzare invece un sistema specifico e quindi più idoneo per pulire il retto e facilitare l’evacuazione.
Il modo più pratico per procurarselo è quello di optare per una soluzione salina, da acquistare in farmacia, oppure per un prodotto a base di acqua e camomilla, molto emolliente e utile per prevenire irritazioni e fastidi.

E’ importante aggiungere che questa pulizia non dev’essere utilizzata troppo frequentemente, ma solo quando si rende necessaria, per evitare di creare disturbo alla flora batterica dell’intestino.

 

Pulizia anale e del retto: rispetto per gli altri nonostante i tabù

E’ ancora un problema trattare questi argomenti con tranquillità. Le persone provano vergogna, sono bloccate da vecchi tabù, frutto di antichi retaggi culturali.
C’è da dire, però, che il sesso anale non è certo un qualcosa di innovativo. E’ praticato da millenni e in ogni parte del mondo, come testimoniato da vasi e disegni risalenti agli antichi Greci. Questo tipo di rapporti, tra uomo e uomo o tra donna e uomo, non sono infatti figli del nostro tempo, ma pratiche consolidate e piacevoli, per le quali, però, è richiesta una certa dose di responsabilità e autoconsapevolezza che renda normale interessarsi del proprio igiene e di avere una certa attenzione nei confronti dell’altra persona.

L’igiene di ano e retto non deve essere solo un “capriccio personale”, ma dev’essere considerato indispensabile per rapportarsi con gli altri ed avere un rapporto con un altro partner.

Interna ed esterna, l’igiene di ano e retto dev’essere accurata e profonda, quando si ha intenzione di avere rapporti intimi con un’altra persona.

Questo è un concetto fondamentale per chi vuole condurre questo tipo di relazione sessuale. L’igiene evita non solo problemi fisici, ma anche situazioni imbarazzanti (legate ad esempio alla fuoriuscita involontaria della cacca dal retto, a causa dell’effetto stantuffo). Se non si è sufficientemente puliti sia fuori che dentro, il partner potrebbe ritrovarsi a vivere un’esperienza tutt’altro che positiva e decidere (giustamente) di non frequentarvi più!

Il rispetto verso chi si ama deve essere messo al primo posto e l’igiene profonda e accurata di ano e retto sono il miglior modo per dimostrarlo.