Matera Capitale della cultura intestinale

Non molto tempo fa, prima che i riflettori di Hollywood, grazie all’intuizione di Mel Gibson, giungessero a Matera, si pensava che la bellissima città dei sassi potesse continuare a vivere nella sua dimensione locale ancora per moltissimo tempo. A seguito della diffusione nelle sale cinematografiche di tutto il Mondo della pellicola “The passion”, la città materana, così simile per conformazione alla Gerusalemme di Cristo, ha osservato uno sviluppo eccezionale in termini di presenze turistiche. L’avvento di gruppi di giapponesi, letteralmente innamorati della gravina e dell’architettura di Matheola, sommata alle visite quotidiane, da parte di persone di ogni nazione, ha accelerato il processo di internazionalizzazione della città lucana e quindi aumentato le offerte non solo commerciali, ma anche culturali della città. Il paese di 60000 abitanti, ha raggiunto il massimo della sua notorietà, con la nomina di Capitale della cultura 2019 e si sta preparando all’evento proponendo una vasta gamma di servizi, prima assenti, come l’idrocolonterapia e centri di benessere per la salute alimentare.
Non solo Dire Straits, come tanti altri gruppi musicali famosi che hanno animato piazza Vittorio Veneto, ma anche ristoranti in grado di offrire cibo biologico a chilometro zero e professionisti capaci di prevenire disturbi intestinali, riuniti sotto il tetto del centro d’idrocolon Heliantus.

Distanza Matera Bari

I chilometri che separano il capoluogo pugliese e la città delle grotte, in Basilicata, sono appena 64, lunghezza decisamente contenuta che può essere coperta in appena un’ora e un quarto se si dispone di un’autovettura. Anche se tra i moderni locali di Via Roma e gli eccellenti ristoranti recensiti su Tripadviror, non vi è ancora uno studio dove eseguire sedute di idrocolonterapia, sono moltissimi i materani che hanno compreso che si può raggiungere Bari in meno di un’ora e mezzo, soprattutto oggi, grazie ai lavori di ampliamento stradale nella tratta Gioia del Colle – Matera. Se la città che ospita forse il più bel presepe vivente d’Italia che, parole di Vittorio Sgarbi, si è trasformata da città della miseria a Capitale della Cultura, dovrà apportare ancora dei miglioramenti nella rete dei trasporti sia in treno che in bus. Il collegamento ferroviario tra Bari, dove ha sede uno dei centri di idrocolonterapia più importanti del sud Italia e Matera non è ancora completamente efficiente. Anche se si sono registrati dei progressi da quando, appena 10 anni fa, la Fal (Ferrovie Appulo Lucane) trasportavano i passeggeri da Matera verso il barese in oltre 2 ore, offrendo scomodi vagoni preistorici e treni spesso privi di servizi igienici, qualche fallosità rimane.

Dove effettuare un lavaggio del colon a Matera

Bisognerà prendere il treno, presso la stazione delle Ferrovie Appulo Lucane, sita in Via Nazionale, non lontano dal Centro di Matera. Proprio come accade quando si parla di aereoporto di Matera o di negozi Ikea nel materano, anche quando ci si domanda dove fare idrocolonterapia a Matera, dovremo comunque andare a Bari. Nessun timore però, state tranquilli. Bari è vicina ed è una città molto bella e, a differenza di Matera, ha pure il mare, fatto che in estate la rende particolarmente bella. Se proprio potessimo suggerire dove andare in inverno diremmo Matera, in virtù dei tanti eventi organizzati per il Natale, favoriti dallo spettacolo dei sassi quando c’è la neve, ma consiglieremmo invece Bari, quando con l’avvicinarsi del caldo e dell’estate, le spiagge di Monopoli non hanno nulla da invidiare a quelle di Metaponto.
Tutti coloro i quali desidereranno intraprendere un idro colon terapia a Matera e migliorare lo stato del retto e la salute lungo l’intero colon, dovranno quindi prendere un treno della FAL ed arrivare a Bari, in Piazza Aldo Moro. Il tempo di percorrenza del tragitto su rotaie è minimo di h 1.40. L’aspetto positivo è che esistono svariate corse tra Matera Bari, a differenza di quelle percorse in bus che, pur impiegando lo stesso tempo di percorrenza, risultano decisamente meno frequenti. Se vuoi sapere dove prendere il bus e concederti una pulizia del colon dalla dottoressa Racanelli, dovrei recarti ugualmente presso la stazione dei treni FAL, da cui, in circa 100 minuti, raggiungerai la stazione di Bari Centrale.

Per arrivare al Centro d’idrocolonterapia guarda questa mappa e, attraverso le indicazioni che troverai sul sito dell’AMTAB

I materani e i clisteri

Esistono purtroppo ancora molti abitanti di Matera che, continuando ad avere problemi nel retto, come diarrea o stitichezza, cercano di risolvere i propri disturbi gastrointestinali attraverso una pulizia intestinale fai da te, senza accorgersi di quanto possa essere pericoloso tutto ciò. Quando invece la pulizia del colon fai da te a Matera non presenta rischi di grande portata, come ad esempio nel caso dei clisteri di acqua tiepida, il lavaggio del colon a casa si rivela comunque inutile. Pensare che l’idrocolonterapia casalinga possa essere efficacie, lo potevano pensare gli uomini primitivi che vivevano nel Sasso caveoso milioni di anni fa, ma non certo i materani moderni che hanno la possibilità di informarsi, guardare intelligenti programmi tv come report e capire quanto sia salutare sottoporsi ad un lavaggio intestinale presso un centro specializzato. Disporre dell’apparecchio per eseguire l’idrocolon terapia correttamente e farsi assistere da operatrici e infermiere che svolgono questo lavoro da oltre 15 anni è ben diverso che andare in una farmacia in Via Lucana o Via Dante e comprarsi un kit che promette di lavare l’intestino. Non affidatevi al caso della pulizia rettale a casa, attraverso clistere, quando a pochi chilometri da Matera esiste un luogo dove poter ottenere un lavaggio profondo, grazie ad un irrorazione del tubo digestivo che raggiungerà ogni parte dell’organismo. Eseguire idrocolon domestica significa non volersi bene, un po’ come gli ultras Pessimi Elementi quando si scontrarono durante la partita di calcio Matera Juve Stabia, conclusasi con la sospensione di un incontro decisamente poco sportivo.

Le speranze per Matera 2019

Ci auguriamo che con il gran flusso di persone che caratterizzerà quell’annata, le possibilità dei turisti per ripulire il colon, aumentino esponenzialmente. Il desiderio è che prima o poi, quando gli stranieri che ospitano nel bellissimo hotel Hilton di Via Germania, presso Borgo Venusio, digiteranno su Google “idrocolon Matera” o “idrocolon therapy Matera”, i risultati della ricerca saranno molti di più di quanto non lo siano ad oggi, visto che l’unico centro d’idrocolonterapia di Matera si trova…a Bari!
La soluzione migliore sarebbe quella che, una volta giunti all’aereoporto di Bari Palese, vadano prima ad aiutare a prevenire tumori al colon e rimuovere tutti gli scarti alimentari accumulati per anni, fissando un appuntamento con il Centro Heliantus e dopo aver avuto le indicazioni su quali cibi mangiare, dirigersi verso la città patrimonio Unescu e scegliere quali piatti mangiare e quali ristoranti frequentare, una volta giunti a Matera.

Un’iridologa in camper

Altra possibilità non certo da escludere, è che se non sarà la montagna a venire da Maometto, sarà la dottoressa Racanelli a recarsi a Matera nel 2019, grazie ad un caravan confortevole, grazie al quale spesso raggiunge varie località in Italia, per presentare ricerche o proporre delle visite iridologiche. E’ abbastanza scontato che non possa certo trasportare in camper le pesanti e ingombranti apparecchiature necessarie durante le sedute d’idro colonterapia, ma si tratterebbe comunque di un’ottima occasione per comprendere i vantaggi di farsi leggere le iridi e capire come evitare lo sviluppo di disturbi intestinali.

La qualità della vita a Matera

Nelle classifiche italiane risulta sempre essere una delle città più vivibili dove il benessere di respirare un ‘aria pulita e circolare in un centro storico in gran parte pedonale, rendono onore a tutto il Meridione che cerca riscatto, martoriato da una crisi occupazionale che spingeva i giovani lucani andare all’estero. Le possibilità di lavoro, aperte dalla proclamazione di Matera Capitale della Cultura 2019 e dal cinema italiano che investe sempre più sul territorio della regione (si pensi al successo di Basilicata coast to coast), si spera possano aumentare, soprattutto nel campo della ristorazione biologica e della medicina alternativa. Una città sempre più europea, situata ad un’altitudine di appena 401 metri sopra il livello del mare, incomincia a guardare dall’alto, località tradizionalmente più blasonate, raggiungendo una visibilità per certi versi paragonabile a quella di Lecce o di Firenze. Anche il Salento meriterebbe un certo tipo di sviluppo, anche se per certi aspetti, appare paradossalmente più evoluto. A cominciare dalla presenza di centri di idrocolonterapia a Lecce che però restano molto più distanti da Matera, di quanto non sia il centro Heliantus nel barese.
Ci auguriamo che un terremoto di buon senso pervada la città lucana, in concomitanza con questo celebre evento, diffondendo la cultura dell’intestino anche tra il sasso Barisano e le attività commerciali della zona PIPE.
In attesa che si realizzino dei centri d’idrocolonterapia a Matera, non possiamo che consigliare di contattare il numero 0805019934 e prenotare un appuntamento da non perdere con la salute.